22 e 23 Luglio Protezione Civile CAMP alla Parrocchia di Cibeno

Il campo giochi della parrocchia di Sant’Agata di Cibeno è stato la cornice del primo incontro in assoluto tra i volontari della Protezione Civile del Comune di Carpi e i ragazzi del centro estivo.

L’incontro si è svolto il 22 e 23 luglio scorsi; i volontari hanno accompagnato i bambini e i ragazzi lungo un percorso teorico pratico per sensibilizzarli sul tema della sicurezza in caso di calamità naturali quali terremoto ed alluvione.

La comunicazione e l’informazione rivestono un ruolo fondamentale nella mitigazione dei pericoli a cui la collettività ed il singolo sono esposti.

Il mondo della scuola, dei campi estivi e dei campi gioco, rappresenta la realtà più sensibile e disponibile a veicolare ai più giovani i concetti di solidarietà, di partecipazione, di condivisione, di rispetto e sicurezza.

Il programma teorico del 22 luglio in sintesi:

  1. Proiezione di alcuni filmati pubblicati dall’Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e Protezione Civile dell’Emilia Romagna sui temi cosa fare in caso terremoto e alluvione.
  2. Proiezione e commento di un filmato di come è organizzata e di cosa fa la protezione civile con particolare riferimento alla realtà locale.
  3. Preparazione dello zainetto di emergenza (gioco che consiste nell’individuare le cose indispensabili che devono essere presenti in uno zaino da utilizzare in caso di evacuazione dalla propria abitazione al verificarsi di una calamità naturale).
  4. Alla fine del progetto didattico sono stati distribuiti materiali illustrativi a tutti i presenti (tratti dalla campagna nazionale “Io Non Rischio”) pubblicati dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile.

Le prove pratiche e i giochi del 23 luglio si sono svolte nell’area cortiliva del campo estivo:

  1. Per i ragazzi di maggiore età, aiuto nel montaggio di una tenda pneumatica da campo, riempimento sacchi di sabbia per costruire una coronella con relativa prova di tenuta,
  2. Per i ragazzi di minore età giochi dell’oca incentrati sul terremoto e alluvione, uso di modelli didattici quali tavola vibrante e sismografo.
  3. Prove di comunicazione via radio;
  4.  Distribuzione di gioco dell’oca CIVILINO su come prevenire il Coronavirus, elaborato dal responsabile del servizio della protezione civile del comune di Carpi.

A metà mattinata sono intervenuti a sorpresa il sindaco Alberto Bellelli e l’assessore alla protezione civile Mariella Lugli che hanno illustrato le responsabilità e i compiti che devono affrontare in caso di calamità coinvolgendo con una simpatica gag alcuni ragazzi che hanno dovuto simulare le azioni e i modi di agire di sindaco ed assessore in emergenza.

I numeri dell’incontro:

  • Coinvolti circa 60 ragazzi del campo giochi;
  • 18 volontari che hanno lavorato al progetto;
  • Circa 150 ore l’impegno nell’esecuzione del programma.

Seguono alcune foto dell’incontro.

La giornata della teoria

Il sindaco intrattiene i ragazzi

Pronti, via, i volontari addetti al montaggio tenda

Una fase del montaggio tenda

Prova riempimento sacchi di sabbia

Prova di tenuta della coronella

Tags: