La Protezione Civile va a scuola……ai tempi del Covid!

Il 26/02/2021 ore 08,30 alcuni volontari del nostro gruppo si sono collegati in video conferenza contemporaneamente con 20 classi della scuola secondaria di primo grado A. Pio di Carpi, per parlare di chi è e cosa fa la Protezione Civile. Un evento reso possibile dalle recenti e rivoluzionarie modalità di comunicazione accelerate dalla necessità del distanziamento imposta dai protocolli sanitari antiCovid (ogni classe ha partecipato restando nella propria aula).

Un sentito ringraziamento va al prof. Marco Bulgarelli, che si è prodigato nel coordinare l’evento per questa platea rappresentata da oltre 400 studenti.

Il D.Lgs n. 1/2018 “Codice della Protezione Civile” introduce tra le attività di prevenzione non strutturale “la diffusione della conoscenza e della cultura della protezione civile, anche con il coinvolgimento delle istituzioni scolastiche, allo scopo di promuovere la resilienza delle comunità e l’adozione di comportamenti consapevoli e misure di autoprotezione da parte dei cittadini”.

Si può pertanto affermare come la comunicazione e l’informazione rivestano un ruolo fondamentale nella mitigazione dei pericoli a cui la collettività ed il singolo sono esposti, costruendo una cultura della conoscenza del rischio che, attraverso l’attuazione di comportamenti consapevoli e organizzati, contribuisce a formare una comunità resiliente in grado cioè di attivare azioni idonee ad affrontare la situazione emergenziale a tutela dell’incolumità personale e sociale.

Il mondo della scuola rappresenta la realtà più sensibile e disponibile a veicolare ai più giovani i concetti di solidarietà, di partecipazione, di condivisione, di rispetto e sicurezza.

Promuovere le migliori forme di coinvolgimento per unire la Protezione Civile, il mondo del Volontariato e la Scuola, rappresenta un investimento sociale e culturale per il futuro.

Il Progetto “La Protezione Civile va a Scuola”, rientra tra le attività di formazione e divulgazione alla popolazione della cultura di Protezione Civile previste dal Codice della P. C. e recepite dal Piano di Emergenza Comunale.

I contenuti del progetto presentato agli studenti sono così schematizzati:

  • Proiezione di un filmato “Progetto Campo VOLO” che riproduce diverse attività svolte dalla P. C. locale quali addestramenti, interventi per emergenze, formazione rivolta a studenti della scuola secondaria di secondo grado tramite il loro coinvolgimento attivo in un campo di protezione civile.
  • Organizzazione del Sistema di Protezione Civile locale e nazionale con un intervento (registrato) del Sindaco Alberto Bellelli quale capo della P. C. locale.
  • Intervento del responsabile Comunale del Servizio di P.C. e Pronto Intervento Mauro Zanazzi che illustra i principali contenuti del Piano di Emergenza Comunale (P.E.C.) di Protezione Civile, con particolare riferimento all’individuazione delle aree di attesa e di accoglienza distribuite sul territorio comunale e le funzioni del Centro Operativo Comunale (C.O.C.).
  • Proiezione di due filmati pubblicati dall’Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e Protezione Civile dell’Emilia Romagna: “Cosa fare in caso di terremoto” e “Che cosa è un’alluvione”.
  • Piano di Emergenza Familiare e preparazione dello zainetto di emergenza.

La riuscita dell’evento è testimoniata dalla pioggia di domande che sono state fatte al termine della conferenza, tutte allineate agli argomenti trattati a dimostrazione dell’interesse suscitato e della vivace preparazione degli studenti che hanno partecipato.

Riporto inoltre un commento da parte di alcuni docenti che hanno intravisto negli studenti entusiasmo e sensibilità all’evento nel ritrovarsi uniti, anche se solo virtualmente, dopo tanto tempo di distanziamento fisico. Tale reazione ha fatto pensare ai docenti stessi che l’esperimento di comunicazione collegiale possa essere ripetuto anche con altri argomenti di carattere comune.

La copertina del progetto didattico

Vista dell’ingresso storico alle A. Pio

Tags: