Il Gruppo Volontari di Protezione Civile nel 2020 ha raddoppiato le ore

Per servizi di allerte, emergenze, eventi a rilevante impatto: circa 140 i volontari, crescono le donne e i giovani.

Nella sua globalità di interventi a favore della comunità il gruppo dei volontari formato da circa 140 persone (119 le operative), ha eseguito ben 7.290 ore; gruppo dove cala l’età media, da 53 a 50 anni, e cresce la parte femminile, dal 21 al 25% nei confronti dell’anno precedente.

Sono quasi raddoppiate, nel 2020, le ore di servizio in emergenze del Gruppo Volontari: le ore di attività sono state 4.770, rispetto alle 2.818 dell’anno precedente che pure aveva registrato allerte, servizi in emergenze, eventi a rilevante impatto, ricerca dispersi, piene del fiume Secchia sia in maggio sia in novembre.

Gran parte (4.242) delle ore in questione è stata assorbita dall’emergenza Covid, con l’impiego di 80 volontari distribuiti su oltre mille turni: dalla chiusura dei parchi pubblici agli avvisi alla popolazione con auto e megafono, dalla consegna domiciliare di alimenti e farmaci alla preparazione e distribuzione di mascherine (consegnate in diversi luoghi: supermercati, mercato alimentare, cimitero urbano e all’ingresso delle scuole secondarie di secondo grado); e ancora: montaggio della tensostruttura presso l’ospedale, trasporto e consegna materiale di protezione sanitaria, logistica per il test Covid-19 a bordo auto (il cosiddetto “Drive Through”).

Di non minor valore anche il tempo dedicato all’informazione e alla formazione interna, compresi esercitazioni e addestramenti, ed esterna, con corsi in presenza e in video-conferenza, per un totale complessivo di oltre 1.000 ore.

Commenta Mariella Lugli, Assessore con delega alla Protezione Civile: «Sono numeri che parlano da soli e raccontano di un impegno continuo, e sempre all’altezza, delle attività che investono la nostra Protezione Civile, fatta di tanti cittadini che, nei momenti, più difficili si attivano nell’interesse di tutta la popolazione».

“Sono più che orgoglioso – afferma Roberto Bignardi – di essere coordinatore di un gruppo di volontari come questo, poiché in tutte le emergenze che si son presentate si sono dimostrati più che disponibili a dare il proprio tempo per la comunità. Mi fa piacere anche che l’età media si sia abbassata, a riprova del fatto che sempre più giovani comprendono l’importanza e la necessità del volontariato nella Protezione Civile. Colgo l’occasione per ringraziare l’Amministrazione Comunale, a partire dal Sindaco, per il costante appoggio che ci viene dato in tutte le occasioni”.

Segue l’immagine di una parte del gruppo dei volontari e l’ingresso alla sede più  due istogrammi che illustrano le ore/attività in emergenza e le ore/attività complessive confrontate con l’anno 2019.

Una parte del gruppo e ingresso alla sede istituzionale

Istogramma che rappresenta solo i servizi in emergenza 2020 con il confronto al 2019

Istogramma che confronta tutti i servizi svolti nel 2020 in confronto al 2019

Tags: